I nostri dipendenti

I dipendenti NORSTAR, molti dei quali sono con noi fin dal primo giorno di apertura nel 1988, sono tutti importanti per l’esperienza e le capacità uniche che apportano. Alcuni di noi hanno avuto lunghe carriere nell’industria canadese di conservazione della carne, mentre altri apportano anni di esperienza nel campo degli imballaggi flessibili nell’industria canadese (o qualcosa di simile). Unendo i punti di forza di entrambi, abbiamo creato un gruppo speciale di individui che non sono solo colleghi, ma una squadra (ci piace essere chiamati tribù!) che si sostiene a vicenda, proprio come sosteniamo i nostri clienti e i mercati, con forza e lealtà.

Ogni mese organizziamo dei pranzi speciali per il personale, con temi diversi come Prestley e Puccini, John Lennon o John Candy. Possiamo seguire la migrazione autunnale delle farfalle monarca o ricordare e onorare la vita di Martin Luther King, Madre Teresa o Muhammed Ali. Se vi capita di passare un giorno per il nostro ufficio di Toronto, potete trovarci a commemorare eventi significativi, storici o personali, a mangiare insieme, a celebrare risultati personali o discutere di eventi di attualità. Ogni anno celebriamo anche un compleanno collettivo del personale l’1 aprile (oppure il giorno lavorativo più vicino a questa data).

Inoltre, abbiamo organizzato delle giornate a Porte Aperte, di solito il giovedì sera più vicino al 21 giugno (primo giorno d’estate). Cogliamo questa occasione per celebrare e sostenere diverse istituzioni benefiche o altre cause che ci stanno a cuore, come ad esempio la costruzione e manutenzione dello Juno Beach Memorial, che commemora il giorno dello sbarco a Courseuille-sur-Mer in Normandia, Francia. Le altre cause che abbiamo sostenuto sono le seguenti: Daily Bread Food Bank, Salvation Army, Yonge Street Mission, Covenant House e Jessie's Center, l’Ikono General Hospital Project in Nigeria e l’orfanatrofio St. Mark's Mzuzu AIDS in Malawi. Attualmente ci stiamo preparando alla giornata a Porte Aperte del 2010, che raccoglierà fondi per la costruzione di un nuovo centro culturale Woodland presso le Six Nations di Brantford, Ontario.